Meteo: ottobre piovoso alla Karen

E’ con una certa soddisfazione che continuiamo a ricevere, ininterrotti, i dati meteo dalla stazione meteorologica installata alla riserva Karen Mogensen, nei pressi della Stazione Italia Costa Rica.

Per qualche giorno si era perso il contatto, probabilmente a causa di un blocco hardware del datalogger dovuto a cali di energia, in quanto in stagione delle piogge i pannelli solari non sempre riescono a caricare sufficientemente le batterie. Per fortuna però poi il flusso di dati è ripreso regolarmente, e nessun dato è andato perso.

Vediamo così dal software Weatherlink dove vengono ricevuti i dati, presso l’Osservatorio Geofisico del DIEF UNIMORE, che il mese di ottobre ha un andamento sostanzialmente normale per la stagione, con piogge abbondanti e frequenti, ma di fatto in linea con la climatologia ricavata dalle Reanalisi.

Andamento delle temperature e delle precipitazioni dal 25 settembre al 25 ottobre 2020 alla Riserva Karen Mogensen. Fonte software Weatherlink presso Osservatorio Geofisico del DIEF UNIMORE

Fino ad oggi, 26 ottobre 2020, nel mese sono caduti 362.7 mm, solo un giorno, il 17, non ha registrato nessuna precipitazione misurabile.

Ieri, 25 ottobre, in particolare si è registrata la pioggia giornaliera massima nel mese, con 36.8 mm concentrati in due intensi rovesci, uno attorno a mezzogiorno locale e uno attorno alle 15.

La situazione meteo di questi giorni infatti vede la presenza della zona di convergenza intertropicale proprio nei pressi della Penisola di Nicoya, col passaggio di frequenti onde tropicali. Non sono presenti nei pressi della Costa Rica tempeste tropicali o uragani, ma una sia pur marginale influenza dell’uragano Zeta, che si dirige verso lo Yucatan e golfo del Messico, richiama aria umida e calda dall’Oceano Pacifico. Questo sistema comunque non interesserà ne impatterà sulla Costa Rica.

Per dare qualche confronto, lo scorso anno in ottobre le piogge assommarono in tutto a 380.0 mm, con un massimo di 80.8 mm il giorno 13/10/2019, e nel mese le temperature furono sostanzialmente in linea con quelle registrate in questo mese del 2020.

Molto più piovoso invece fu l’ottobre 2018, quando caddero 647.8 mm, con tre giorni di piogge veramente torrenziali, dal 3 al 5 del mese, con un massimo giornaliero di 244.4 mm.

Immagine da satelliti a falsi colori nell’area dell’America centrale, si nota l’uragano Zeta, distante ma che richiama aria umida verso la Costa Rica. Fonte e credit www.tropicaltibits.com

I prossimi giorni saranno ancora spesso piovosi, per la presenza della Monsoon Trof, definita come zona di bassa pressione allargata lungo la ICTZ, zona di convergenza intertropicale.

Da climatologia, nel mese di novembre la stagione delle piogge dovrebbe andare diradandosi, in media il prossimo mese vede circa 180 mm, la metà del mese di ottobre, mentre solo da dicembre terminerà la stagione delle piogge conducendo la zona alla stagione secca.

Continuiamo i nostri monitoraggi meteo, utili per capire il comportamento della biodiversità e, col passare del tempo, per costituire una banca dati climatologica e meglio capire come cambia il clima locale.

A cura di Luca Lombroso, Meteorologo AMPRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.